Rinoplastica: cosa fare dopo l’intervento

Quando si ha subito un intervento di rinoplastica si è sicuramente soddisfatti: finalmente si ha raggiunto un risultato che aiuterà a sentirsi meglio con sé stessi e con gli altri. 

Bisogna anche sapere però come comportarsi nella fase post operazione: quali comportamenti sono corretti e quali invece sarebbe meglio evitare. Al termine della fase di sutura, il chirurgo inserisce nel naso, nelle narici, due tutori il cui scopo è quello di mantenere le narici aperte per permettere una corretta respirazione. Sul naso invece viene posto un tutore, che è una piccola struttura rigida che protegge la zona appena operata da eventuali urti.

La mascherina può (anzi dovrebbe) essere tenuta anche nel mese successivo all’operazione se si indossano gli occhiali.

Dopo un giorno vengono rimossi i tutori alle narici. Il modo migliore per limitare gonfiore e favorire il processo di guarigione di questa zona è quello di applicare delle compresse fredde e di dormire con due cuscini sotto il capo.

Non dovete preoccuparvi se nelle due settimane dopo l’intervento notate ecchimosi sotto gli occhi e gonfiore in viso: si tratta di sensazioni del tutto fisiologiche, e comunque nelle settimane a venire non mancherà il controllo del medico per controllare il decorso dell’operazione.

Dopo due settimane le ecchimosi spariscono e in genere si può anche riprendere la vita sociale: in questo periodo viene rimossa la protezione dal naso.

Dopo due settimane, talora anche tre, si potrebbe ancora notare un leggero gonfiore: bisogna tenere presente che la guarigione completa avviene all’incirca dopo sei-dodici mesi.

Il modo migliore di comportarsi durante tutto questo periodo è di evitare degli sport che possano rischiare di compromettere il risultato.

Le prime settimane dopo l’intervento è consigliabile lavarsi i denti delicatamente, non soffiarsi il naso, dormire con due cuscini sotto la testa, e cercare di starnutire con la bocca. In genere si sconsiglia di usare occhiali per tre mesi dopo l’intervento. Dopo 3-4 giorni è possibile lavarsi i capelli ma senza esporre il viso direttamente all’acqua, che è meglio usare tiepida.

Il trucco non può essere messo finché la mascherina protettiva non viene tolta dal volto.