Investire in Buoni Fruttiferi Postali oggi

Recentemente, Poste Italiane ha ricominciato a promuovere la vendita dei buoni fruttiferi postali. Complice la mancanza di alternative valide come titoli di Stato sicuri e altri rendimenti certi, molti piccoli risparmiatori hanno deciso di investire in buoni fruttiferi postali oggi, anche versando somme di denaro limitate. In particolare, i buoni fruttiferi postali si propongono di sostituire azioni e bond, i quali, a causa delle attuali politiche finanziarie adottate dalle banche principali, non sono più convenienti e non offrono più rendimenti soddisfacenti in modo sicuro.

Investire in buoni fruttiferi postali oggi è una scelta a basso rischio che permette di aggirare le incognite di un futuro economico incerto e di una ristagnante situazione finanziaria globale. In questo contesto, analizziamo qui di seguito quali sono i principali vantaggi di acquistare dei buoni fruttiferi postali oggi, le loro caratteristiche principali e i rendimenti garantiti.

Cosa sono i buoni fruttiferi postali

I buoni fruttiferi postali sono una forma storica di investimento, usata a partire dal 1924 da generazioni e generazioni di risparmiatori per mettere da parte piccoli quantitativi di denaro, insieme ai libretti postali. Le Poste Italiane sono state nel corso dei decenni il primo punto di riferimento per le famiglie che volevano investire in buoni fruttiferi postali in modo sicuro. I buoni fruttiferi postali, infatti, sono un tipo particolare di titolo che garantisce la restituzione completa del capitale investito, aggiungendo a questo il valore degli interessi maturati nel tempo. L’affidabilità di questo strumento è testimoniata dai dati: oltre 200 miliardi si euro sono stati investiti in buoni fruttiferi postali, e la loro popolarità non accenna a diminuire.

I buoni fruttiferi postali fanno parte della rete distributiva di Poste Italiane. Possono essere rilasciati in forma cartacea, offrendo al cliente una prova concreta dell’investimento, oppure in formato digitale per via telematica, prendendo il nome di buoni postali dematerializzati.

Come funzionano i buoni fruttiferi postali

I buoni fruttiferi postali funzionano in modo semplice e accessibile per chiunque. Il cliente sceglie quale somma di denaro versare, e su questa cifra vengono maturati degli interessi in maniera periodica dopo un lasso di tempo che oscilla fra i sei e i dodici mesi, in base al tipo di buono scelto e al conseguente tasso di interesse applicato. Il detentore dei buoni può richiedere la restituzione del capitale versato a Poste Italiane in qualsiasi momento.

Esistono varie categorie di buoni fruttiferi postali: buoni a breve o lunga durata (dai 18 mesi ai 3 anni), buoni a tasso variabile, buoni indicizzati, oppure buoni speciali per minorenni. Il loro rendimento è piuttosto basso nel breve periodo, aggirandosi sul 0,15%, ma cresce progressivamente con la decorrenza dei titoli. La tassazione applicata sui buoni fruttiferi postali è altamente favorevole, poiché l’imposta applicata sui rendimenti annuali è pari al 12,5%, a differenza del 26% applicato sulle rendite finanziarie.

Perché investire in buoni fruttiferi postali oggi

I buoni fruttiferi postali sono ideali per gli vuole un investimento altamente sicuro, con garanzia totale di riavere indietro il capitale versato senza perdite. Infatti lo Stato, tramite la Cassa Depositi e Prestiti, fa da garante per l’investimento. L’intera somma versata viene rimborsata sotto richiesta perché i buoni fruttiferi non sono soggetti a oscillazioni di mercato, a differenza dei buoni del tesoro. Rispetto ad altri strumenti finanziari a basso rischio, i buoni fruttiferi postali offrono un rendimento più favorevole.

Un ulteriore vantaggio dei buoni fruttiferi postali è che non prevedono spese di commissione. L’unico pagamento richiesto è il versamento della quota di iscrizione di 50 euro una tantum al momento della sottoscrizione dell’accordo con Poste Italiane. Inoltre, al di sotto dei 5.000 euro di capitale, non si applica neppure l’imposta di bollo. In definitiva, i buoni fruttiferi postali sono un’ottima opzione per far fruttare i propri risparmi senza esporsi ai rischi dell’incertezza del mercato e dell’instabilità delle banche.
fonte: http://finanza.prezzon1.com/