Il bordo piscina in legno composito

Perchè usare il legno composito?
Il legno composito è un materiale molto pratico ultimamente utilizzato per la realizzazione di pavimentazioni a bordo piscina. Trattasi di un materiale solido e abbastanza resistente usato perchè dona molta durezza nel corso degli anni.

Il legno composito risulta avere un maggiore durata rispetto al PVC e al legno soprattutto in corrispondenza dell’acqua presenti all’interno delle piscine. Inoltre, è adatto alla pavimentazione del bordo piscina in quando è resistente al cloro e a tutte quelle sostanze presenti nelle acque delle piscine.

Le doghe sono realizzate con resina speciale e polvere di legno che permettono di avere una copertura completamente immune da vari fattori di deterioramento come il caldo, pioggia, sostanze chimiche e altre intemperie. Si sa che da che mondo è mondo il legno ha sempre donato un aspetto di eleganza, gradevole e molto decorativo.

Realizzazione del legno composito

Lo svantaggio maggiore dell’uso del legno è dato dal fatto che potrebbe rovinarsi con il tempo, infatti il legno composito può essere aggredito da intemperie e muffe che possono modificarlo rispetto all’aspetto iniziale.

Il PVC è molto resistente alle muffe ma tende a deteriorarsi a causa degli agenti atmosferici. Ad oggi, si possono accoppiare questi due materiali realizzando così il legno composito, che accoppia i vantaggi di entrambi i materiali.

Donando la bellezza del materiale negli anni con il mantenimento del colore intatto nel tempo. In questo caso le macchie, le muffe e i batteri non possono apportare delle modificazioni al legno composito restando intatto.

La manutenzione

Molto spesso non si utilizza questo materiale perchè si teme che il legno composito abbia bisogno di molta manutenzione. Di solito il legno, il cemento e le piastrelle richiedono tanta manutenzione, effettuando più cicli di pulizia continui, ripetendo di tanto in tanto il trattamento impregnate sul legno.

Per quanto concerne invece un materiale come il legno composito, esso non ha bisogno di manutenzione, trattasi di un materiale senza porosità, non subisce modificazioni e quindi di conseguenza non sono necessarie vernici da dover applicare ogni 5 anni. Basta pulire di tanto in tanto la superficie usando semplicemente dell’acqua o in casi eccezionali se sono presenti delle macchie utilizzare oltre all’acqua anche un panno di microfibra.

Il bordo piscina in legno composito

Nel momento in cui si decide di utilizzare il legno composito per rivestire il bordo di una piscina, di solito si preferisce la realizzazione di un angolo comodo e molto pratico ma anche bello da vedere.

Questo materiale permette di ottenere un vero e proprio rivestimento simile al legno in quanto colore e calore.

Il legno composito permette di rivestire il bordo piscina con dei gran vantaggi in quanto viene usato un materiale durevole, molto ecologico e che richiede poca manutenzione, con un prezzo molto ragionevole rispetto ad altre tipologie di materiali.

La scelta ricade su questo materiale anche perchè ha una durata nel tempo non essendo soggetto a muffe, agenti atmosferici e batteri.

Il legno composito è presente sotto diverse tipologie di colori e con varie misure, con numerose opzioni in grado di accontentare tutti i clienti che possono presentare diversi gusti e soprattutto sono in grado di accontentare tutte le tasche.

La disponibilità di pannelli del tutto particolari li rende adatti a tante tipologie di utilizzo, tra cui anche il rivestimento del bordo piscina e per tutti i punti intorno al giardino rendendo così la pavimentazione antiscivolo adatta per i bambini che intendono giocare senza aver paura di cadere sia da parte loro che da parte dei genitori premurosi.

Suggerito da: NG Wood